Coronavirus: sistema calcola le distanze e prevede rischio

Coronavirus: sistema calcola le distanze e prevede rischio
di Ansa

(ANSA) - BOLOGNA, 30 GIU - Un sistema per predire il livello di rischio di contagio in luoghi pubblici e privati attraverso il calcolo delle distanze interpersonali e la costruzione di mappe dinamiche dell'area monitorata: metterlo a punto è l'obiettivo del progetto di ricerca 'Inter-Homines' dell'Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore), coordinato da Rita Cucchiara, del Dipartimento di Ingegneria 'Enzo Ferrari'. E' uno dei quattro (su 12) progetti di ricerca e innovazione targati Università di Modena e Reggio Emilia destinatari del contributo (1,9 milioni) messo a disposizione dalla Regione per il contrasto all'epidemia da nuovo coronavirus. Inter-Homines, che attinge alle competenze del centro interdipartimentale Airi (Artificial Intelligence Research and Innovation Center), valuta in tempo reale il rischio di contagio di un'area monitorata analizzando flussi video: è in grado di localizzare persone nello spazio 3D, riconoscere Dpi (dispositivo di protezione individuale), calcolare distanze interpersonali e predire livelli di rischio. Lavora sia all'interno che all'esterno, in aree ad affollamento variabile pubbliche e private. Sono proposti servizi di intelligenza artificiale e di computer con telecamere già installate o a telecamere a basso costo su Pc industriali, corredati da un aggiuntivo sistema dedicato e mobile di 'edge-AI' per misurazioni temporanee. (ANSA).